Loading
Phone :
+39.3495451054
Address :
via Carducci 6 38060 Besenello (TN) Italia
Email :
davidecortivo@gmail.com

Un mondo al contrario

Una società sana si fonda sulla libertà e la giustizia, per cui mi sembra chiaro che oggi in occidente viviamo in una società malata.

Scrivo quello che penso e non necessito di riferimenti, dati e notizie in merito alla storia di Julian Assange per giustificare le mie parole.
Se non l'avete, fatevi un’idea valutando le migliaia di informazioni disponibili. Assange è un giornalista che ha indagato in molte vicende governative. Tra le sue inchieste, ha scoperto e reso note le malefatte Americane durante la guerra in Afganistan, e le conseguenze lo hanno portato ad ora. La vicenda di Julian Assange è lunga ed intrecciata, è figlia del nostro tempo e delle sue grandi scommesse, l'informazione globale e la sua strumentalizzazione. In gioco però c’è forse la più grande risorsa della nostra era, la libertà. Si perché la libertà oggi, non solo quella di stampa ma anche quella fisica, quella di poter scegliere cosa fare di se stessi, di spostarsi nel mondo, di morire, di conoscere e imparare quella che dovrebbe essere la “verità” delle cose, è soggiogata all’informazione, quel mezzo tramite il quale costruiamo le nostre verità. Siamo stati sedotti, facilitati, intrattenuti e ingabbiati nella rete e le sue risorse, ed ora quella bestia dalle cento teste dell’informazione presenta il conto. Grazie a quel mezzo, che oggi non viaggia più su ruota e su carta ma alla velocità della luce, le masse si muovono e coltivano la considerazione di se, a livello globale. La libertà è così in mano alla connessione.

Queste righe personali, non nascono per riempire giornali e blog di chi deve fare propaganda, ma per dare carne al “diritto di essere contro”, come scrive il nostro prezioso giurista Ugo Mattei, per unirmi alla voce di chi non vuol prendere parte a questo ennesimo scempio giuridico e umano, di chi dichiara la propria contrarietà al regime dell’impero atlantista, pubblicamente, prima che volga verso il suo imminente tramonto. Servono infine e soprattutto a me queste parole, per non perdere la faccia ed essere fedele a me stesso, perché sappiate che l'umano responsabile in questo spazio nella rete non ci sta a queste nefandezze umane. Lo voglio dichiarare apertamente e a gran voce per non finire nella schiera dei menefreghisti e degli opportunisti. L'America gioca sporco, da troppo tempo, e almeno dichiarare che lo si conosce e non lo si accetta è quanto meno importante, e per me necessario.

Solo gli uomini forti resistono ai propri ideali

Assange ha fatto un grande lavoro nella sua vita e ha rischiato, troppo forse, ma ciò che ha fatto ha permesso di smascherare una parte dell'inganno in mezzo al quale in occidente tutti viviamo, un mondo che va al contrario, dove tutto è sporco di bugia, inganni, raggiri, e l’indecenza mascherata con il nome dei defunti “bene comune e democrazia”. Come i migliori strateghi del male sanno uccidere facendo sembrare di essere i salvatori. Come fermare questo schifo, come fare a resistere in mezzo a persone che permettono ancora cose del genere?

Essere “contro” probabilmente è la strada più giusta da percorrere, anche se rimane la più pericolosa, come la Resistenza. Ecco, anche “La Resistenza” ci volevano fregare come la democrazia, firmando articoli su articoli parlando della resistenza del governo nazista ucraino, andato al potere con un colpo di stato che sta bombardando da 9 anni i propri cittadini nel Donbass! La resistenza e i nazisti sono come gli indiani e i cowboy vorrei ricordare, non stanno a tavola insieme!! Ma questo è un altro articolo!

Tornando al teme principale colgo l’occasione del dare eco alla protesta in favore della libertà di Assange per prendere parte, posto, tenendo diritta la schiena e guardando in faccia quella crudeltà umana a cui non voglio appartenere e di cui non voglio essere complice.
Basta! Grazie Julian. Grazie a tutti coloro che resistono a non essere complici.
Grazie Umani che ancora credete nell’evoluzione della specie e scorgete in tutto ciò solo l’ultimo respiro del suo cancro.

Free Assange!!
Free Human!!
Free world!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *